Trading CFD. Cos’è e come funziona

Trading CFD. Cos’è e come funziona

Vediamo subito cos’è e come funziona il Trading CFD.

I CFD (Contract for Difference) sono prodotti di tipo derivato. Questo sta a significare che si ha la possibilità di scambiare la differenza tra il prezzo corrente di un asset sottostante e il prezzo quando il contratto è chiuso.

Con il Trading CFD si può comprare e vendere scegliendo tra una vasta gamma di attività sottostanti comprese le azioni, le materie prime, le valute, gli indici e anche le criptovalute.

Il Contratto per Differenza è appunto un contratto che viene effettuato tra l’investitore e il broker online per scambiare la differenza tra il prezzo di acquisto sul contratto e il prezzo al quale viene venduto.

Con i CFD quando si acquista e si vende un asset sottostante non si sta realmente comprando e vendendo il prodotto.

Quando il prezzo dell’asset sottostante sale e il contratto è chiuso è il venditore che deve pagare la differenza tra il prezzo attuale e il prezzo al momento della chiusura del contratto. Invece se il prezzo si abbassa è il compratore che deve pagare la differenza di prezzo al venditore. Perciò quando il prezzo dell’asset sottostante aumenta a guadagnare è il compratore, al contrario quando il prezzo scende a guadagnare è il venditore.

L’investitore procede con l’acquisto se pensa che in futuro il prezzo subirà un rialzo e questo viene detto andare lungo. Viceversa procede con la vendita se pensa che in futuro il prezzo subirà un ribasso e questo viene detto andare corto. Fare trading CFD comporta dei vantaggi, come la Leva Finanziaria che è molto apprezzata da gran parte degli investitori. Da la possibilità di effettuare investimenti con margini bassi, il che significa che si possono ottenere profitti maggiori.

Inoltre con i CFD si hanno spese minori. Viene calcolato in particolare lo spread e di solito non vengono calcolate altre spese di gestione, anche se queste comunque variano da broker a broker.

Tra i rischi troviamo sempre la leva finanziaria perché anche se i CFD si possono ottenere con margini bassi espone comunque gli investitori a possibili rischi di perdite. Quindi è bene che, prima di affrontare ogni investimento, il trader valuti attentamente a quali rischi può andare incontro.

Inoltre deve scegliere gli investimenti in base al proprio capitale, se no in caso di esito negativo si può trovare in forte difficoltà con la possibilità di perdere tutti i soldi. Tornando ai costi, il trader oltre a calcolare le eventuali perdite, deve fare attenzione alle spese previste dal broker online con il quale ha deciso di operare. Generalmente le spese sono basse, ma potete trovare anche broker che prevedono costi maggiori.

In particolare fate attenzione che il broker sia certificato e regolamentato perché in questo modo potete stare sicuri di non essere truffati. Quando si ha a che fare con il Trading CFD potrebbe capitare che un’operazione non si possa aprire perché non è disponibile al prezzo o alla quantità desiderata. Un altro aspetto a cui dovete fare attenzione è il tempo di esecuzione, ovvero è importante aprire la posizione al momento giusto per ottenere un profitto sicuro.

Come abbiamo visto il trading CFD comporta sia dei vantaggi che dei rischi, ma questo è normale quando si ha a che fare con un’attività finanziaria. L’importante è investire solo dopo avere valutato bene ogni possibile soluzione, ad esempio i trader professionisti seguono filo per segno le proprie strategie. In generale con il trading online non si effettuano investimenti affidandosi al caso o alla fortuna.

Per diventare dei trader professionisti si deve studiare molto e si deve fare tanta pratica.

Oggi si ha la fortuna che molti broker mettono a disposizione strumenti e servizi gratuiti pensati proprio per la formazione dei trader principianti e non solo. Quindi se l’attività di trading CFD viene presa seriamente con il tempo vedrete che vi darà molte soddisfazioni e vedrete che riuscirete a ottenere degli ottimi profitti.